6 DIMORE IN CERCA

D’AUTORE

UN VIAGGIO TRA LE BELLEZZE DELLE DIMORE STORICHE

Scopri di più

Il Progetto

VALORIZZIAMO IL NOSTRO TERRITORIO

6 dimore in cerca d’autore è un progetto di promozione culturale che si propone di esaltare la bellezza e il valore artistico delle dimore storiche della Vallata del Tronto e del territorio piceno, per contribuire in modo innovativo alla rinascita di una terra gravemente colpita dal sisma del 2016 – 2017 e messa ulteriormente alla prova dalla pandemia da Covid-19.

Il progetto è sostenuto da professionisti marchigiani della cultura che hanno deciso di unire le forze per mettere la propria creatività al servizio della promozione e valorizzazione del territorio piceno, evidenziandone le peculiarità architettoniche e artistiche, in stretto legame con i produttori d’eccellenza.

Giovani autori, registi e maestranze della filiera cinematografica marchigiana renderanno 6 dimore storiche del Piceno protagoniste di un ambizioso progetto di promozione culturale, che trae la sua forza dalla potenza evocativa del cinema. La filiera del cinema valorizzerà le dimore le loro atmosfere uniche, attraverso 6 cortometraggi, uno in ogni dimora.

Le dimore

Le dimore

IL PASSATO, IL PRESENTE ED IL FUTURO DEL TERRITORIO.

BORGO STORICO
SEGHETTI PANICHI

Castel di Lama

PALAZZO SALADINI DI ROVETINO

Ascoli Piceno

PALAZZO BUFALARI

Offida

PALAZZO RECCHI FRANCESCHINI

Castignano

CASTEL DI LUCO

Acquasanta Terme

VILLA CICCHI

Abbazia di Rosara, Ascoli Piceno

L’estetica vintage della fotografia e l’atmosfera suggestiva delle dimore si fonderanno per dare uniformità alle sei storie, nelle quali verranno affrontati la dicotomia tra antico e contemporaneo e il tema del cambiamento che di volta in volta coinvolgerà la dimora o il protagonista.

Le dimore appariranno come squarci nel tempo disseminati nelle terre del Piceno. Saranno passaggi segreti nei quali rifugiarsi per fuggire dal presente e correre verso un passato lontano – una sorta di fuga nascosta, proprio come accadeva storicamente nei passaggi segreti di Palazzo Recchi Franceschini o nel tunnel del brigante di Villa Cicchi.

I corti sono ambientati in epoche diverse, seguono una linea temporale che si dirama dal passato più o meno prossimo fino ad arrivare ai nostri giorni. I protagonisti che abitano le sei dimore conducono vite sempre uguali: silenziose, autosufficienti, caratterizzate da un pacifico disinteresse verso il mondo circostante.

Un elemento esterno stravolgerà all’improvviso questa apparente monotonia. La prospettiva dunque si rovescerà e costringerà i personaggi ad agire, relazionandosi col passato o volgendo lo sguardo al futuro. Insieme a loro, anche le dimore assumeranno un valore nuovo, talvolta fungendo da fortino in cui proteggersi o da gabbia da cui liberarsi.

Il territorio

Perché sostenere il territorio?

Sostenere il territorio per noi significa accendere i riflettori sulle peculiarità artistiche e architettoniche che caratterizzano la provincia di Ascoli Piceno, promuovendo l’interazione tra sistema turistico e sistema culturale.

A seguito dei danni causati dal sisma del 2016 – 2017 e dalla pandemia da Covid-19, alcune dimore storiche del Piceno hanno avviato importanti processi di ristrutturazione per riaffermarsi come veri e propri punti di riferimento per il territorio che le ospita.

Attraverso i valori della sostenibilità e l’autenticità, la riscoperta del locale, e soprattutto grazie al matrimonio con la filiera cinematografica, sarà possibile proiettare il prodotto turistico sui mercati internazionali e offrire una fruizione tutta nuova del territorio. In questo contesto, le dimore storiche saranno il fiore all’occhiello di un sistema di accoglienza turistica che si fonda sulla qualità culturale.

Il coordinamento e la promo-commercializzazione delle attività turistiche ed esperienziali inserite nel progetto sono affidati a Expirit. La società di destination marketing, specializzata nella valorizzazione delle aree rurali e dei borghi italiani, si occuperà di realizzare un educational tour esclusivo per giornalisti e influencer, e di proporre pacchetti turistici, tour tematici, attività esperienziali per il pubblico di turisti nazionali e internazionali, da svolgersi nelle dimore storiche e nel Piceno.

Ciascuna dimora ha una precisa identità, unica in Europa: per la propria storia, per il proprio valore culturale e per lo stretto legame con il territorio di riferimento. È dunque nostro dovere difendere, preservare e valorizzare tale patrimonio destinato all’intera umanità e, soprattutto, trasmetterlo alle future generazioni. L’obiettivo è rendere queste residenze dei poli di attrazione di interesse culturale, artistico, turistico, enogastronomico, in modo da accrescere l’economia locale, creando occupazione e indotto.

A sostegno di questa causa, è in programma il lancio di una campagna di crowdfunding con Banca Intesa Sanpaolo, che sosterrà e potenzierà il progetto 6 dimore in cerca d’autore attraverso la piattaforma ForFunding, che aiuta le aziende a sensibilizzare e raccogliere fondi.

Obiettivi

Obiettivi

Realizzare sei cortometraggi d’autore

Il principale obiettivo del progetto consiste nella realizzazione di sei cortometraggi autonomi nell’identità e nelle strategie di distribuzione, ma allo stesso tempo fortemente collegati tra loro dal filo conduttore del cambiamento.

Incentivare la ripartenza e la cultura

6 dimore in cerca d’autore vuole essere uno stimolo per il territorio a ripartire dalla propria cultura e dalla propria storia, che è anche la storia delle dimore, esaltandone le peculiarità architettoniche e le eccellenze artistiche, al fine di rafforzare la propria identità culturale e dare risalto all’intera provincia di Ascoli Piceno.

Sensibilizzare e stimolare una maggiore consapevolezza del valore delle dimore storiche

Al centro del territorio che il progetto desidera promuovere vi sono le dimore storiche, un patrimonio di cui spesso non si comprende appieno il valore. Queste rappresentano una preziosissima opportunità per il Piceno di aumentare la propria visibilità, nonché di sostenere l’economia locale creando occupazione e indotto.

Distribuzione

Il programma distributivo seguirà due principali traiettorie: quella cinematografica, sia nel digitale che in ambito festivaliero, e quella turistica, attraverso la partecipazione a fiere di settore (wedding; promozione turisticoculturale) e con l’organizzazione di educational tour nelle dimore e nel territorio circostante anche per giornalisti, blogger e wedding planner.

I CORTOMETRAGGI

I cortometraggi

La Cortese

Il primo cortometraggio, intitolato La Cortese , richiama alla memoria la vita di Mary Wollstonecraft, filosofa e scrittrice britannica della
fine del Settecento, considerata la fondatrice del femminismo liberale. La trama sfrutta almeglio le atmosfere misteriose che ha il palazzo,
ancora in fase di restauro, creando un ambiente antico e lontano ma contemporaneo allo stesso tempo. Il ritorno ai valori del passato,
all’educazione, ad una gentilezza aulica e ad una distanza formale è tra i temi maggiormente trattati, con il giusto equilibrio tra serietà e leggerezza.
C’è un costante confronto tra presente e passato: la protagonista cerca nella dimora un rifugio sicuro dal mondo esterno e dall’attualità
dei nostri tempi, ma si rivelerà solo un’illusione.

L’amore non cantarlo

Due coppie evidentemente diversissime si ritroveranno a contendersi la stessa location da sogno per il matrimonio..
Girato interamente a Castel di Luco, nel paese di Paggese (Acquansanta Terme), questo cortometraggio è una commedia agrodolce
sulla competizione silenziosa tra due coppie in procinto di sposarsi.

Come Monicelli

Rosi, anziana offidana malata terminale di tumore, minaccia di lanciarsi dal balcone proprio come fece il grande maestro del
cinema italiano Mario Monicelli. Accorsa sul posto, sua figlia Gabriella scopre che questo gesto non è che l’ennesimo “colpo di teatro” di sua madre,
donna egoista, burlona e stralunata. Gabriella scoprirà che dietro quella maschera di egocentrismo si nasconde in realtà una donna coraggiosa,
che ha dovuto lottare contro le convenzioni e contro la propria famiglia per affermare la sua libertà.

La Ruota

Il secondo cortometraggio, La Ruota, è ambientato a Castignano e racconta la storia di Massimo, un uomo di mezz’età che vive solo in una
grande villa in stato di abbandono. La quotidianità di massimo si divide tra sessioni di Yoga mattutine, letture e prove per spettacoli teatrali a cui
non prenderà mai parte. Il suo equilibrio viene sconvolto dall’inspiegabile arrivo in casa sua di un pavone, che Massimo si convince essere la reincarnazione di sua madre.
Sarà proprio questo bizzarro evento, a rimettere in discussione la sua decisione di vendere la vecchia casa.

Giardino cielo terra

Durante una gita nel Borgo, Roberta viene interrotta Roberta si allontana dal gruppo per seguire l’immaginario fantasma di Ludwig Winter, il botanico
ottocentesco ideatore del giardino della dimora. La location del cortometraggio è il giardino bioenergetico di Borgo Seghetti Panichi a Castel di Lama (AP),
quinta dimora storica del progetto “6 dimore in cerca d’autore”.

I partner

Dove nasce il progetto?

Il progetto 6 dimore in cerca d’autore nasce dall’idea di tre realtà dell’imprenditoria culturale e creativa marchigiana: Appy, studio di progettazione, promozione e marketing; Borgo Storico Seghetti Panichi, dimora storica della Vallata del Tronto e lo studio fotografico FforFake Comunicazione Visiva. È prevista la coproduzione tra Piceni Art For Job, YUK! film , Sushi ADV e Hundred Dreams . Inoltre, grazie alla collaborazione con i partner del progetto, è stato possibile costruire una visione strategica del ruolo delle dimore storiche come punto di riferimento innovativo per il territorio marchigiano.

Spiccano tra i principali collaboratori:

  • Marche Film Commission – Fondazione Marche Cultura, per il supporto al progetto, in particolar modo per quello che concerne la produzione dei cortometraggi ambientati e dedicati alle dimore storiche e al racconto delle loro storie, peculiarità e identità culturali;
  • Comitato Autori e Professionisti Cinema Marche, collettivo di autori cinematografici residenti nelle Marche che supporta le esigenze comuni di questa categoria con l’obiettivo di creare maggiore coesione tra le maestranze della regione (circa 250 tra registi, autori, attori, direttori della fotografia);
  • CNA Cinema e Audiovisivo Marche, associazione che si occupa di sostenere la produzione cinematografica nelle Marche;
  • Dimore Storiche Italiane sezione Marche, associazione impegnata nella tutela e valorizzazione del patrimonio storico-artistico delle Marche;
  • Expirit, società di destination marketing, promotrice di esperienze turistico-culturali ad alto contenuto innovativo, basate su relazioni umane, sostenibilità e autenticità;
  • Le Marche Segrete, associazione che si dedica alla promozione e valorizzazione di itinerari culturali ed eventi tra monumenti pubblici e privati della Regione Marche;
  • Piceni TV, web TV specializzata nei reportage di approfondimento dedicati alle risorse culturali del Piceno e delle Marche.

Il progetto “6 dimore in cerca d’autore” è cofinanziato dal POR MARCHE FESR 2014/2020 – ASSE 8 – INTERVENTO 23.1.2 – Sostegno alla innovazione e aggregazione in filiere delle PMI culturali e creative, della manifattura e del turismo ai fini del miglioramento della competitività in ambito internazionale e dell’occupazione – AREA SISMA – IMPRESE AGGREGATE – id 18964.

Team

Il progetto 6 dimore in cerca d’autore è curato e sostenuto da un team altamente performante, in cui operano figure diverse e complementari. Un matrimonio di idee, abilità tecniche e competenze che garantiscono un’efficace sinergia di gruppo:

Stefania Pignatelli
Referente dell’associazione culturale Le Marche Segrete, custode della residenza storica di famiglia trasformata nell’impresa Borgo Storico Seghetti Panichi, Presidente del Garden Club del Piceno e Segretaria dell’Associazione Dimore Storiche Italiane per la Sezione Marche.

Sandro Angelini
Fondatore della casa di produzione cinematografica Piceni Art for Job, che utilizza la produzione audiovisiva come strumento di valorizzazione e promozione turistica e cineturistica nelle Marche in linea con il cluster Marche Cinema, curato da Marche Film Commission.

Alessio Lossano
Professore di Business Planning all’Università di Teramo, presidente e amministratore delegato di diverse aziende e start-up nel campo nel marketing e dell’innovazione, tra cui Appy, impresa capofila del progetto 6 dimore in cerca d’autore

Marco Biancucci
Fotografo ufficiale del progetto e proprietario dello studio fotografico FforFake, attivo da 15 anni nella fotografia commerciale e di reportage sociale. Ha collaborato con importanti agenzie di comunicazione ed è fotografo ufficiale del festival Risorgi Marche

Giacomo Andreani
Co-fondatore e Amministratore Delegato di Expirit, boutique di consulenza strategica in materia di turismo che promuove, attraverso azioni mirate di marketing territoriale, coesione sociale e sviluppo economico sostenibile.

Laura Ricci
Editor e copywriter, cura progetti multimediali e contenuti editoriali, dall’ideazione al coordinamento tra redazione e reparto grafico. Si occupa di comunicazione e scrittura, valorizzando, attraverso ricerca e approfondimento, le risorse culturali e artistiche delle Marche.

Chiara Chiovini – Web e Social Media Marketing | Federico Aretini – Digital Specialist, strategia web e social | Walter Malavolta – Grafico creativo, immagine coordinata | Fulvio Silvestri – Digital Business Analyst | Claudia Grandinetti – Event Planner

Materiale

Scarica la presentazione
Scarica il Comunicato Stampa “La Cortese” (dimora#01)
Scarica il Comunicato Stampa “La Ruota” (dimora#02)
Scarica il Comunicato Stampa “Come Monicelli” (dimora#03)
Scarica il Comunicato Stampa “Giardino cielo terra” (dimora#05)

Contatti

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

PER IL PROGETTO

CHIARA CHIOVINI
+39 0735 657562 – info@dimoreincercadautore.it

Via dell’Airone, 21
63074 Porto d’Ascoli – Ascoli Piceno

PER LE DIMORE

STEFANIA PIGNATELLI
+39 335 6885665 – borgo@seghettipanichi.it

Via San Pancrazio, 1
63082 Castel di Lama – Ascoli Piceno